Gruppo Otologico Peloritano

 
  • Aumenta la dimensione del testo
  • Dimensione del testo predefinita
  • Diminuisci la dimensione del testo

Benvenuto in Gruppo Otologico Peloritano

 

Implantologia cocleare

La sordità è una condizione dell'orecchio che si manifesta con la perdita parziale o totale dell'udito. Questo può accadere in seguito ad una malattia, all'esposizione a rumori forti, ad una malformazione di origine genetica o in seguito all'assunzione di determinati antibiotici. Questa non è limitata agli uomini: è infatti associabile anche ad alcune specie di animali. Essa può accompagnare l'individuo sin dalla nascita ma nella maggioranza dei casi è causata da traumi subiti durante il corso degli anni. È una condizione che colpisce, in maniera parziale, un quinto della popolazione italiana

 

Un impianto cocleare è un orecchio artificiale elettronico in grado di ripristinare la percezione uditiva nelle persone con sordità profonda, ed è utilizzato quando le protesi uditive non ottengono il risultato sperato. L’impianto cocleare (CI) è definito come “coclea artificiale” o “orecchio bionico” ed è uno strumento che si sostituisce alla coclea patologica inviando direttamente al nervo acustico linguaggio e rumori ambientali. Proprio per la funzione di sostituzione della trasmissione dell'informazione sensoriale al sistema nervoso, è considerata una neuroprotesi. Si comporta come una vera e propria coclea, che ha funzione di filtro acustico e di traduzione. L’impianto cocleare è costituito da una componente esterna ed una interna.

La parte esterna è composta di un microfono-ricevitore, posizionato a livello retro-auricolare, simile alla protesi acustica convenzionale, o con una scatola. Trasforma i suoni in segnali elettrici e li invia ad un processore del linguaggio. Il processore è programmato specificamente per trasmettere le informazioni più importanti per il riconoscimento del linguaggio. Questa porzione è la vera coclea artificiale; il segnale acustico viene convertito in segnale elettrico.

La parte interna, posizionata mediante intervento chirurgico, è composta di un ricevitore-stimolatore ed un sistema di elettrodi. Il ricevitore-stimolatore è rappresentato da un modulo in ceramica o titanio che contiene un’antenna ricevente ed un microchip. L’antenna viene tenuta in sede sulla cute esterna sopra il ricevitore per mezzo di un magnete. Il microchip decodifica le informazioni ricevute dal processore esterno, trasmette agli elettrodi intracocleari alla disposizione tonotopica e per questo vengono stimolate le fibre del nervo cocleare. La porzione esterna dell’impianto cocleare viene rimossa nelle ore notturne e in situazioni particolari, lasciando piena libertà al paziente di svolgere attività in acqua.

 

 

 

 

Servizi Telegiornale

E-mail Stampa PDF

Corso di OTOCHIRURGIA 16/06/2015

 

 


Servizio Tg1 - Impianto cocleare

 

 

 


Servizio Tireno Sat
.
.
.

Servizio Tirreno Sat

 


Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 17 Agosto 2016 20:06 )